EDITORIALE >> 16° COPPA ITALIA

EDITORIALE >> 16° COPPA ITALIA

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
A cura di Francesco Saracino
Mail: press@torneicalcio.it
 
>> FOCUS 16^ COPPA ITALIA
 
 
⚽ CHELSEA – PERUGIA 1 - 2

Roma, 26 Novembre, "Campo A" – Per i sedicesimi di Coppa Italia, i Blues di capitan Faratro affrontano gli italiani. Particolare il percorso in campionato di ambedue le formazioni: i londinesi, complice anche qualche ritorno importante, in seguito ad un inizio in sordina, hanno ripreso la retta via.
Gli umbri invece, devono ancora reperire il pertugio adatto, per un torneo di livello.
La gara è da dentro/fuori, ed i reparti difensivi sono serrati.
Nonostante regni un sostanziale equilibrio, ad estrarre il coniglio dal cilindro ci pensa Nardella del Chelsea: il centrocampista s’inserisce centralmente e dal limite dell’area, incrocia magistralmente sul secondo palo.
Il pareggio del Perugia è pressoché immediato: il numero tre perugino, Pallottini, è lesto sulla corta respinta dell’estremo difensore inglese, e ribatte in rete.
Allo scadere della prima frazione di gioco, è ancora Nardella protagonista: il palo, dopo la sua conclusione, ancora trema.
I seguenti venticinque minuti non denotano alcun mutamento tattico.
Il Chelsea è padrone indiscusso del campo, ed il Perugia tenta di mordere con contropiedi fulminei.
Al minuto 30’, i britannici compiono il sorpasso. 
Il contropiede orchestrato dagli anglosassoni è mastodontico, ed il finalizzatore, il consueto Nardella, sotto porta è decisivo: il suo colpo d’esterno è letale.
Fino alla fine, gli umbri provano il tutto per tutto, riversandosi interamente nella metà campo avversaria, ma il fortino dei calciatori dello Stamford Bridge resiste. 
 
PAGELLE
 
CHELSEA:
 
Nardella 8: non fallisce mai il bersaglio. DETERMINANTE
Faratro 7: aggressivo e propositivo. AUDACE
Del Greco 6.5: chiude la porta, e getta la chiave. SARACINESCA
Manzione 6.5: troppo spesso fuori dal gioco. CLAUDICANTE
Gasparro 6.5: raro saltarlo. POSSENTE
Traini, Crevatin 6.5: adatti all’orchestra blues. ARMONICI
Ciucci 7: rapido di pensiero. SUPER PARTES 
 
 
PERUGIA:
 
Lais 6: luci e ombre. ALTALENANTE
Buccellati 6: conclusioni pericolose. PRECISO
Pallottini 6.5: riapre la gara. STRENUO
Pelle 6: tentativi velleitari. SOTTOTONO
Carrara 6: palloni su palloni sprecati. IMPRECISO
Pizzi 6: troppo spazio nelle retrovie. DISTRATTO
Serpi, Mocavini 6: poco reattivi. SPAESATI
 
 
 
 
 
 
 
SWANSEA – LIVERPOOL 5 - 6

Roma, 26 Novembre, "Campo A" – Ebbene sì, la gara tra le due compagini anglosassoni rispetta i pronostici della vigilia: spettacolo ed agonismo sono le parole d’ordine.
Di fronte alla corazzata Reds, con giocatori del calibro di Mattei e Mataldi, abbiamo la sorpresa Swansea: Tamaro e Bruni in questo campionato, sono la base di una squadra estremamente competitiva.
Pronti via, ed è lo Swansea a passare: al minuto 5’, Morelli solca l’out mancino, e dal limite dell’area, trafigge l’incolpevole Tulli.
Il pareggio del Liverpool è repentino: Ciuffini sbaglia clamorosamente un appoggio, e Mataldi è pronto a colpire.
Il primo tempo si chiude con questo parziale, a dimostrazione dell’equità tecnico-tattica presente sul campo.
La seconda frazione di gioco, complice anche l’importanza della gara, osserva l’aprirsi di ambedue le formazioni, e ne deriva un match effervescente.
Al minuto 28’, è ancora Morelli l’autore del sorpasso: l’uno-due con Tamaro è preciso, e il cucchiaio sotto porta dell’esterno è sontuoso. 
Tra il minuto 30’ ed il minuto 32’, i Reds, grazie alle conclusioni dalla lunga distanza di Corona e Mataldi, ribaltano nuovamente il risultato.
Lo Swansea è però vivo: Bruni, Dello Monaco, ed ancora Bruni, tra il minuto 35’ ed il minuto 45’, superano l’incolpevole portiere del Liverpool, con tre segnature preminenti.
Proprio allo scadere, nuovamente la gara cambia totalmente registro: il Liverpool è squadra vera, e pedalando a testa bassa riesce in un’impresa inaudita.
Al minuto 42’, Sanseverini è d’ausilio per i rossi di Liverpool: il portiere dello Swansea non blocca il pallone e Rapisarda riapre la partita. 
Al minuto 45’, è la punizione di Mattei a reperire il momentaneo pareggio, ed infine, proprio nel minuto di recupero, Ciuffini perde un pallone innocuo ed in contropiede Mataldi incrocia magnificamente. 
 
PAGELLE
 
SWANSEA:
 
Sanseverini 6: a tratti, molto male. RIVEDIBILE
Dello Monaco 7: dietro, davanti, a centrocampo. ECLETTICO
Cordova 6.5: sereno in fase difensiva. SICURO
Delli Carri, Bertilone 6: errori marchiani. GROSSOLANI
Ciuffini 6: il pallone perso all’ultimo grida vendetta. SUFFICIENTE
Morelli 8: corsa e profonda tecnica. SUPERLATIVO
Bruni 7.5: una punizione furba. ASTUTO
Tamaro 7: sponde ed inserimenti. ESSENZIALE
 
 
LIVERPOOL:
 
Tulli 6: così e così. INCERTO
Mattei 8: è perfetto in ogni giocata. MAGISTRALE
Mataldi 8: piede delicato. RAFFINATO
Corona 7.5: sotto porta, non perdona. CECCHINO
Rapisarda 7: è lui l’artefice della rimonta. CORAGGIOSO
Floccari, Marzolini, Giacchetta 6.5: essenziali nel gioco inglese. PREMINENTI
Tessa 7: col capitano in campo il pallone gira a meraviglia. FONDAMENTALE
 
 
 
 
 
>> LE ALTRE SFIDE
 
 
 
EVERTON – BORUSSIA DORTMUND 8 - 2
 
I Toffies, nonostante i passi falsi in campionato, riescono a superare i sedicesimi di finali, contro uno zoppicante Borussia.
Le assenze in casa Dortmund hanno complicato la vita dei tedeschi, che non sono riusciti a reggere l’intensità inglese.
Calabria è stata una spina nel fianco, Quintarelli il metronomo, Baronci il killer d’area di rigore: questo Everton potrà divertirsi.
 
 
 
⚽ CELTIC – WEST HAM 1 – 4
 
Nella gara tra scozzesi e inglesi, non c’è storia.
Gli Hammers, grazie alle marcature di De Lorenzo, Mantuano, Remondi e Ciavoni non lasciano scampo alla formazione biancoverde.
Salva la prestazione del Celtic il redivivo Marinucci.
 
 
 
ARSENAL – REAL MADRID 1 – 1 ( d.c.r 4 - 3)
 
In una sfida al cardiopalma, sono i Gunners ad uscirne vittoriosi, con il rigore decisivo finale di Antolini.
La vittoria ai calci di rigore è la riprova di una gara estremamente equilibrata.
Sugli scudi per gli inglesi i soliti Melappioni e Scrocca, mentre è importante la performance di Sacconi e di Romualdi per i Blancos.
 
 
 
PSG – MANCHESTER CITY 6 – 3
 
La formazione guidata da Avato annichilisce anche l’esperta squadra del City.
L’esplosività e la forza fisica dei blu di Manchester non è servita per sconfiggere la formazione transalpina.
Spagnolo, autore di una doppietta, è sempre la punta di diamante, di un gruppo che in questa stagione non ha freni. 
 
 
 
ATLETICO MADRID – GALATASARAY 2 – 6
 
I semifinalisti della scorsa stagione, contro i Colchoneros vincono e convincono.
Mennuni è scatenato con una tripletta mastodontica, coadiuvato da una doppietta di Picca importante.
Balucani e Cimaglia sono gli ultimi in casa spagnola ad issare bandiera bianca.
 
 
 
BAYERN MONACO – MANCHESTER UNITED 4 – 3
 
Risicata la vittoria bavarese contro lo United.
La squadra dei fratelli Amorese, grazie anche alla presenza di un portiere sopra le righe come Morandi, stacca il pass per gli ottavi di finale.
Pasquali è il bomber della serata per i tedeschi, mentre per i Red Devils da sottolineare la prestazione di Mazzarotto e Lombardi.