EDITORIALE >> 6^ Giornata

EDITORIALE >> 6^ Giornata

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
A cura di Francesco Saracino
Mail: press@torneicalcio.it
 
 
>> FOCUS
 
 
REAL MADRID – MANCHESTER UNITED 4 - 4

Roma, 17 Dicembre, "Campo A" – Il bianco e il nero, la luce e il buio.
E’ questa la sintesi ideale di un match dai due volti.
Un primo tempo ad impatto anglosassone, una seconda frazione di gioco a tinte madrilene.
Pronti via infatti, ed è il Manchester a dettare legge: al minuto 5’, Bianchini sfonda sull’out di destra, e con un cross radente il secondo palo, tradisce l’estremo difensore dei Blancos.
La seconda marcatura dei britannici giunge al minuto 20’, con una rete memorabile: Paglione al volo dal limite dell’area, incrocia magistralmente sul palo più lontano.
Al minuto 22’, è Bedini l’autore del sorprendente tris, grazie ad una grave disattenzione della difesa del Real.
Proprio sul finire, gli assopiti calciatori spagnoli si rianimano.
Allo scadere dei primi venticinque minuti, è infatti Romualdi ad accorciare le distanze: il fantasista iberico punisce con un calcio di rigore.
Nel secondo tempo, la banda Manzi suona la carica.
Al minuto 33’, Di Brizio approfitta di un cross rasoterra di Lotito e colpisce Palomba sul primo palo.
Al minuto 35’, è ancora Di Brizio dal limite a pungere, con un calcio di punizione sontuoso.
La rimonta è pronta: al minuto 40’, Lotito da due passi, non fallisce il bersaglio.
Nonostante una seconda frazione di gioco perfetta, i madrileni pagano cara un’ultima disattenzione.
Al minuto 50’ infatti, Fornasiero si allunga il pallone, supera Baldazzi, e chiude sul risultato di parità una gara pirotecnica. 
 
 
PAGELLE
 
REAL MADRID:
 
Manzi 6: il capitano c’è. PRESENTE
Baldazzi 6: così e così. ALTALENANTE
Di Brizio 7: giocate su giocate. COMPLETO
Lotito 6.5: non issa bandiera bianca. STRENUO
Sacconi 7: corre a dismisura. INESAURIBILE
Romualdi 7: un rigore che riapre la gara. DETERMINANTE
Galotta, Novelli 6: s’impegnano, ma non basta. IMPALPABILI
 
 
MANCHESTER UNITED:
 
Palomba 6: d’ausilio. UTILE
Paglione 7: che goal! MASTODONTICO
Bedini 7: nella giostra delle segnature. GREGARIO
Fornasiero 7: fino alla fine, spinge. DECISIVO
Bianchini 6.5: luci e ombre. COMPRIMARIO
Savio, Maurizi, Aquilanti 5.5: non giungono alla sufficienza. CLAUDICANTI
 
 
 
 
 
 
 

AJAX – ATLETICO MADRID  2 - 0

Roma, 17 Dicembre, "Campo B" – I lancieri continuano imperterriti in un percorso di inesorabile crescita.
Nonostante infatti di fronte vi fosse un avversario di assoluto valore come i Colchoneros, gli olandesi hanno retto l’urto ed hanno raggiunto l’ennesima vittoria, in un campionato sinora prevalentemente lineare e vincente.
Nemmeno il tempo di iniziare, ed il portiere dell’Atletico è già iper impegnato: tra il minuto 5’ ed il minuto 25’ infatti, Gigli si prodiga in una serie di parate sensazionali.
La prima frazione di gioco rimane a reti bianche prettamente per merito dell’estremo difensore spagnolo.
Nei seguenti venticinque minuti non muta l’inerzia del match: l’Ajax attacca con un fraseggio ragionato ed insistente, l’Atletico si stringe, e tenta rapide ripartenze.
Al minuto 31’, un fenomenale Gigli deve deporre le armi.
Il calcio da fermo di Riad, partente da centrocampo, è di una precisione chirurgica, e s’incastona miracolosamente sotto l’incrocio.
La marcatura del centrocampista dei lancieri sblocca la squadra: al minuto 41’, Placido è protagonista assoluto, con la seconda e determinante segnatura.
L’Ajax annichilisce anche i biancorossi di Madrid, compagine ultracompetitiva nel circuito: chi riuscirà a placare la rincorsa dei finalisti dello scorso torneo?
 
PAGELLE
 
AJAX:
 
Placido 7: il velocista mette in cassaforte il match. RISOLUTIVO
Riad 7: una punizione da stropicciarsi gli occhi. DELIZIOSO
Marano 6.5: di spessore lì dietro. ROCCIOSO
Rambaudi 6.5: consuete geometrie. PRECISO
Testiccioni 6.5: se chiamato in causa, risponde. PREMINENTE
Galli, Caruso, Provenzani 6: poca sintonia. ALTI E BASSI
 
 
ATLETICO MADRID:
 
Cimaglia 6: il capitano stavolta non incide. SUFFICIENTE
Gigli 8: tiene in vita i suoi a lungo. RESISTENTE
Litardo 6: strappa e rompe in mezzo al campo. POTENTE
Are 6: aleatorio in fase offensiva. ILLUSORIO
Rindi 6: a corrente alternata. SPAESATO
Muscianisi, Balucani, Orfei 6: poco pungenti. BALBETTANTI
 
 
 
 
 
 
>> LE ALTRE SFIDE
 
 
 
SWANSEA – CELTIC 6 – 0
 
Gli anglosassoni bissano il successo contro i bavaresi, in una gara sostanzialmente a senso unico.
Bruni, Tamaro e soprattutto Marzotto alzano l’asticella di una squadra che finora ha avuto un tragitto tutt’altro che semplice.
Tuttavia, le gare contro le prime della classe hanno ridimensionato gli anglosassoni.
 
 
 
JUVENTUS – EVERTON 5 – 2
 
I bianconeri non lasciano briciole, nell’ennesimo campionato senza alcuna sbavatura.
Sei partite, sei inesorabili vittorie.
Stavolta a farne le spese, una squadra inglese claudicante.
Trincia e Savelli sono in grande forma per la Juventus, Quintarelli e Calabria salvano l’onore degli inglesi.
 
 

LIVERPOOL – PSG 9 – 1
 
I Reds, giornata dopo giornata, dimostrano un imponente tasso tecnico – tattico.
Gli inglesi infatti hanno annichilito gli avversari transalpini.
Il momentaneo pareggio di Bonomo in casa parigina, a poco è servita, di fronte ai colpi di uno scatenato Mataldi.
 
 
 
BAYERN MONACO – CHELSEA 1 – 7
 
I bavaresi, dopo la sconfitta al fotofinish contro lo Swansea, cadono nuovamente.
I Blues di capitan Faratro non fanno sconti, ad una formazione fortemente rimaneggiata.
Manzione e Gasparro sono i mattatori, in una serata perfetta.
 
 
 
WEST HAM – PERUGIA 5 – 2
 
I perugini non riescono a reperire il pertugio adatto.
Contro gli Hammers, il Perugia non incide minimamente.
Il West Ham, grazie alla tripletta di Remondi, balza in classifica.
 
 
 
GALATASARAY – MANCHESTER CITY 5 – 1
 
L’armata ottomana ritrova finalmente la vittoria! Sotto i colpi di Lauriola, Picca, Sbocco e Vallebona, il Galatasaray stravince.