EDITORIALE >> 10^ Giornata

EDITORIALE >> 10^ Giornata

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
A cura di Francesco Saracino
Mail: press@torneicalcio.it
 
>> FOCUS


⚽ ARSENAL – PERUGIA 4 - 3

Roma, 3 Febbraio, "Campo A" – E’ il calcio.
Il calcio, nella sua essenza, è proprio questo: un testa a testa sontuoso, in gare che lasciano dubbi, godibili fino all’ultimo istante. 
Pronti via, ed è il Perugia a regnare. 
Al minuto 12’, ci pensa Carfagna: l’esterno s’inserisce magistralmente, e incastra la palla all’angolino più lontano, con forza ed agilità.
Al minuto 14’, il meritato pareggio: calcio di rigore per i Gunners, e Cioccoloni non sbaglia. 
Si chiude così la prima frazione di gioco.
 
Nei seguenti venticinque minuti, non muta il canovaccio tecnico-tattico della gara. 
L’equilibrio c’è, e si sente. 
Tra il minuto 38’ e il minuto 39’ però, Cioccoloni e Muscianesi spianano la strada che conduce alla vittoria. 
Entrambi, con due conclusioni dal limite, non lasciano scampo all’estremo difensore londinese. 
Il doppio colpo scuote il Perugia, che prova ad accorciale le distanze. 
Palombelli e Cirillo però non bastano agli italiani. 
Le due reti umbre sono infatti intervallate dalla marcatura decisiva di Balucani, che suggella una gara con i fiocchi: sontuosa la punizione dai 30 metri, che s’infila sotto l’incrocio. 
L’Arsenal vince, ed ora, è finalmente tutto aperto negli altipiani della Citroen Cup. 
 
PAGELLE
 
ARSENAL:
 
Cioccoloni 7: marcature su marcature. LEADER
Are, Cimaglia 6: non in giornata. SUFFICIENTI
Balucani 6: una punizione da stropicciare gli occhi. SUPERLATIVO
Gigli 6: fa il possibile. UTILE 
Rindi, Roccheggiani, Litardo 6: poco nella manovra. PRESENTI
 
 
PERUGIA:
 
Avorio 6: non c’è. ASSENTE
Boccia 6: corazzata difensiva. INVALICABILE
Carfagna 7: sguscia come vuole. ECCELSO
Palombelli 7: è tornato. REDIVIVO
Pizzi 6: fa il possibile. EFFICIENTE
Micari, Gaiani, Prezioso 6.5: sacrificio a disposizione del gruppo. CORIACEI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
⚽ PSG  – ATALANTA 2 - 1

Roma, 3 Febbraio, "Campo A"- Equilibrio sornione. 
Tra i transalpini e gli orobici si è palesato con estrema limpidezza un forte equilibrio, viaggiante di pari passo con il livello tecnico delle due squadre.
I ragazzi guidati da Rambaudi non falliscono l’appuntamento, ed anzi pongono in atto una prestazione sontuosa, in grado di dimostrare quanta in birra in corpo abbiano, soprattutto dopo la maldestra uscita ai quarti di finale dello scorso anno. 
Al minuto 4’, è Placido a stabilire le gerarchie: il suo colpo di testa è letale per gli atalantini.
Al minuto 23’, i nerazzurri raddoppiano: la volée di Caruso è mastodontica. 
 
Nei seguenti venticinque minuti non muta quanto visto nella prima frazione di gioco.  
I francesi attaccano a spron battuto, contro un’Atalanta insolitamente poco concreto, caratterizzato da sporadiche sortite in contropiede. 
Al minuto 40’, è D’Errico dal limite ad accorciare le distanze. 
La rete dell’estroso calciatore non è bastata. 
Il PSG vince, ed ora dovrà dimostrare contro il redivivo Torino , che è il nemico numero uno degli Xeneizes. 
 
PAGELLE 
 
PSG: 
 
Testiccioni 6: tutto in ordine. SARACINESCA
Lorenzani, Gattini, Galli 6: cadenzati nei movimenti. RILEVANTI
Rambaudi 8: estrae il coniglio dal cilindro. ESSENZIALE
Caruso 7: un giocatore d’altri tempi. SUPERLATIVO
Placido 7: sotto porta, non sbaglia. IMPAVIDO
Cascone 7: cuore oltre l’ostacolo. AUDACE
 
 
PERUGIA:
 
D’Errico, Esposito, Francione 6.5: manca il quid. IMPALPABILI
Maggi, Caputo, Di Giovenale 6: impegno innegabile. SACRIFICIO
Bollino 5.5: poco reattivo in occasione dei goal transalpini. BALBETTANTE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
>> LE ALTRE SFIDE
 
 
 
⚽ BOCA JR – LIVERPOOL 10 – 1
 
Mai.
Non c’è stata mai gara tra Xeneizes e Reds. 
Sono dieci le marcature finali degli argentini, che nonostante una formazione diversa, riescono a sconfiggere largamente i britannici.
La marcatura della gloria è di De Stefani, che però a nulla è bastata di fronte alla forza straripante argentina. 
 
 
 
⚽ TORINO – MANCHESTER CITY 11 – 1
 
Vecchio cuore granata.
Il Toro centra la terza vittoria consecutiva. Gli acquisti nella sessione invernale di Del Forno, Rozzi, Barone e Fernandez non sono stati vani, e i nove punti infilati in serie lo certificano. 
Su tutti, straripante Fernandez, con una serie di sontuose accelerazioni, di un livello disarmante. 
Difficile non citare ancora Del Forno.
Dopo una prima frazione sottotono, il leone nei seguenti venticinque minuti ha ruggito, eccome se ha ruggito, con un’altisonante tripletta.  
 
 
 
⚽ PARMA – O. MARSEILLE  4 – 3
 
Brutti, sporchi e cattivi. 
E’ questa la sintesi della stagione dei parmensi, che grazie ad una dose importante di esperienza giunge a risultati sopraffini. 
Barone è il consueto cecchino: due reti che obbligano la squadra di Spagnolo, Avato e Bonomo a chinare il capo stavolta. 
 
 
 
⚽ TOTTENHAM – ESPANYOL 9 – 2
Nulla da fare.
I londinesi non hanno potuto far altro che sconfiggere gli iberici.
La squadra di Girolami, con l’acquisto di Tamaro ha un tasso tecnico importante, e di fronte a ciò la squadra di Gigli non può far altro che issare bandiera bianca. 
Eccessivo è infatti il divario tra le due compagini.